Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Cerca

La devozione della gente di montagna

La devozione della gente di montagna

Quanto era devota la gente della montagna? Il valore di questo articolo sono le immagini storiche che ritraggono alcuni uomini (tra i quali un mio bisnonno) intenti a costruire una croce sulla vetta di un monte.

Gente ricca di fede, di tanta buona volontà, gente che mangiava poco e pregava tanto, gente povera ma mai misera.
 Persone estremamente semplici, tenaci, che pur disponendo di pochissimi mezzi, con fatica sudore e tanto sacrificio, ci hanno lasciato sparse ovunque per i monti, centinaia di testimonianze di fede.

La croce in costruzione: tra l’uomo sotto la croce (il bisnonno dell’autore) e l’ultima persona a destra si nota la sagoma del Forte Puin, uno dei cardini difensivi della Superba. Sempre in questa foto, a testimonianza della forza e caparbietà che caratterizzava i nostri vecchi, notare le dimensioni del “paranco” di ferro – di circa 40 chili di peso – usato per piantare “a mano” i pali.

Grandi croci erette sulle sommità dei monti, cappellette grandi o piccole sempre collocate in punti strategici e di passaggio, e poi ancora edicole sui ponti o nei pressi di lavatoi e centinaia di nicchie posizionate sulle facciate o sopra le porte di ingresso delle abitazioni.
 Già, questa gente di paese, che spesso aveva proprie ritualità e tradizioni in ogni parrocchia, che per generazioni hanno operato e vissuto sotto il segno della fede e del loro santo protettore (ogni paese aveva il suo), ci hanno orgogliosamente lasciato in eredità questo grande patrimonio.
 Ora tocca a noi, e solo a noi, cercare di mantenerlo e salvaguardarlo, per poi a nostra volta poterlo consegnare nelle migliori condizioni possibili alle future generazioni.


Testo di Luciano Campanella

Il simbolo di fede eretto sulla cima del Monte Croce: in lontananza si vedono il Monte Figogna e la Madonna della Guardia

 

Le foto pubblicate riguardano la costruzione della croce sul monte che sovrasta San Siro di Struppa, voluta ed eretta dai suoi abitanti a protezione del paese nei primi anni del 1900. Il monte verrà poi chiamato Monte Croce dove tuttora la croce domina sul paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati

Inline
Inline

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze ed in alcuni casi per inviare messaggi pubblicitari. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies Clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi